Direkt zum Inhalt

Inhalt:

Nota informativa sulle detrazioni fiscali 50% (ex 36%)

  • contributi fiscali montascale
  • detrazioni fiscali servoscale
  • agevolazioni fiscali disabili
  • Dl 22 giugno 2012 n. 83 montascale

Nota informativa sulla detrazione fiscale del 50% per l'abbattimento delle barriere architettoniche

Una breve introduzione sulla detrazione

L'art. 2 della Legge di Bilancio 2017 proroga la detrazione IRPEF del 50% al 31.12.2017 prevista per gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche.

Il rimborso Statale può coprire il 50% della spesa per l'acquisto di un montascale (o servoscale) a piattaforma o a poltroncina e piattaforme elevatrici Garaventa Lift.

Dal 26 giugno 2012, data di entrata in vigore del “Decreto crescita”- ossia il D.L. 22 giugno 2012 n. 83- la percentuale del 36% per le ristrutturazioni aumenta al 50% e l’importo massimo detraibile per ogni unità abitativa sale da 48.000 a 96.000 euro. Il D.l. 22 giugno 2012 n. 83 e successivi è stato prorogato al 31.12.2017 dalla Legge di Bilancio 2017.

Le normative relative alle detrazioni fiscali del 50% potrebbero subire nel tempo delle variazioni. Per questo motivo Garaventa Lift suggerisce di affidarsi sempre ad un consulente fiscale che saprà gestire al meglio la vostra specifica necessità.

Per visionare la GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI
PER LE PERSONE CON DISABILITA’ delle Agenzia delle Entrate cliccate qui.

Per quali interventi chiedere la detrazione

La detrazione Irpef riguarda le spese sostenute per eseguire:

  • gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria
  • le opere di risanamento conservativo e restauro
  • i lavori di ristrutturazione edilizia per i singoli appartamenti e per gli immobili condominiali (Lettere a), b), c) e d) del comma 1, articolo 3 del Testo Unico dell’Edilizia Dpr 380/2001).

Sono, inoltre, ammessi al beneficio della detrazione gli interventi:

  • "finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, aventi ad oggetto ascensori e montacarichi, alla realizzazione di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia adatto a favorire la mobilità interna ed esterna all'abitazione per le persone portatrici di handicap in situazione di gravità". Quindi è possibile richiedere la detrazione del 50% per l'acquisto di  montascale, servoscale e piattaforme elevatrici Garaventa Lift .

Sono ammessi alla agevolazione Irpef gli interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, risanamento conservativo e lavori di ristrutturazione edilizia solo se riguardano le parti comuni di edifici residenziali.

La manutenzione ordinaria è esclusa dalla detrazione in caso di interventi su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, e loro pertinenze. Per queste categorie di immobili sono ammessi alla detrazione solo gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia.

Requisiti e tetto di spesa

Il tetto massimo di spesa previsto per ogni singola unità immobiliare è di 96.000 euro per la quale è prevista una agevolazione del 50%.

Nel caso in cui gli interventi realizzati in ciascun anno consistano nella prosecuzione di interventi iniziati in anni precedenti, ai fini del computo del limite massimo delle spese ammesse a fruire della detrazione si tiene conto anche delle spese sostenute nei diversi anni.

La detrazione è ridotta al 50 per cento se gli interventi sono realizzati su unità immobiliari residenziali adibite promiscuamente all'esercizio dell'arte o della professione, oppure ancora all'esercizio dell'attività commerciale.

Beneficiari della detrazione

Sono ammessi a fruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione:

  • tutti coloro che sono assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche, residenti o meno nel territorio dello Stato;
  • i locatari, gli usufruttuari, i soci di imprese quindi tutti coloro che sono titolari di diritti reali sugli immobili oggetto degli interventi.

Non sono ammessi a fruire della detrazione sulle spese di ristrutturazione:

  • Gli Enti locali in quanto non sono soggetti IRPEF.
  • Le imprese e altri soggetti commerciali se intervengono su immobili non residenziali.

Trasferimento della detrazione

Trasferimento della detrazione: vendita dell'immobile
In caso di vendita dell'unità immobiliare sulla quale sono stati realizzati gli interventi, il venditore è libero di scegliere se continuare a usufruire della detrazione non utilizzata o trasferirla all'acquirente per i rimanenti periodi di imposta. La regola trova applicazione in tutte le ipotesi in cui si ha una cessione dell’immobile, anche nelle cessioni a titolo gratuito. In assenza di specifiche indicazioni nell’atto di trasferimento, la Circolare 19/E ha stabilito che le detrazioni residue competano all’acquirente.

Trasferimento della detrazione: decesso dell'avente diritto
In caso di decesso dell'avente diritto, la fruizione del beneficio fiscale si trasmette, per intero, esclusivamente all'erede che conservi la detenzione materiale e diretta del bene.

Ripartizione della detrazione: tempistiche

La detrazione per l'acquisto di un ausilio per l'abbattimento barriere architettoniche viene ripartita in 10 quote annuali di pari importo.
Una nell’anno di sostenimento delle spese; nove nei nove anni successivi.

Cumulabilità delle detrazioni

La cumulabilità si riferisce alla possibilità di ottenere più benefici per uno stesso intervento.

La detrazione del 50% per l'acquisto di un montascale o piattaforma elevatrice Garaventa Lift è cumulabile con le agevolazioni già previste sugli immobili oggetto di vincolo ai sensi del Codice dei beni culturali e del paesaggio (Dl 22 gennaio 2004, n. 42), ridotte nella misura del 50 per cento.

Come richiedere la detrazione

Consultate "DECRETO-LEGGE 22 giugno 2012 n. 83" nel box azzurro, per conoscere l'iter procedurale per l'accesso alle detrazioni.

Fusszeile:

Zum Seitenanfang, TOP